Antipasti-Barchette alla capricciosa - AA

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

BARCHETTE ALLA CAPRICCIOSA
Ingredienti:
Pasta brisé 400 g (o maggiore, dipende)
Capricciosa 350 g
Uova 2
Olive verdi dolci/piccanti circa 10
Pomodorini secchi 100 g
Gamberetti in salamoia 150 g
Maionese 1 tubetto

Preparazione:
La parte più difficile (se così si può dire) è fare i cestini/barchette con la pasta brisé. Prima negli ingredienti ho scritto “DIPENDE”, perché la pasta può essere maggiore o minore a seconda delle persone che li mangeranno, quindi regolatevi voi.
Se a casa avete gli stampini di acciaio va bene oppure potete prendere al supermercato i cestini di carta zigrinata già pronti da mettere in forno.
Non vi sto a chiedere di farla voi la basta brisé, la faremo insieme una volta, per ora potete acquistarla già pronta. La pasta è già stesa, dovete solo fare dei cerchi aiutandovi con magari un bicchierino della misura che deve ricoprire tutto il cestino fino all’orlo. Una volta riempiti tutti i cestini con uno stuzzicadenti fate dei forellini sul fondo per non dare modo alla pasta stessa mentre cuoce di fare delle bolle.
Ponete in forno e fate cuocere a fuoco moderato per circa 15/20 minuti, vi ripeterò fino a stressarvi che la cottura varia da che tipo di forno usate, quindi regolatevi voi, il colore che i cestini devono raggiungere è un colore dorato NON MARRONE!
Levate dal forno e fate freddare, una volta freddati levateli dalla carta/cestino di ferro e poneteli sopra un tagliere dove li lavorerete.
Prendete l’insalata capricciosa e mettetene un cucchiaino all’interno, procedete poi facendo delle listarelle dei pomodorini secchi, tagliate le uova sode (FREDDE) con l’apposito utensile che li fa a fettine regolari ed infine fate delle fettine dalle olive verdi o piccanti (le più appetitose a mio gusto)
Iniziamo la fase finale, allora avete messo all’interno dei cestini l’insalata capricciosa? Ok, continuate con la guarnizione ,mettete di lato la listarella di pomodorino secco, la fetta di oliva a venire e poi dal lato opposto una metà della fettina dell’uovo. La ciliegina sulla torta è il gamberetto che metterete a bordo cestino. Per finire una piccola dose di maionese a forma di piccolo cono (come da foto).
Quello che vi ho descritto è come li ho fatti io, ma ciò non toglie che la vostra “fantasia” possa creare dei cestini ancora più belli.
Mettete in frigo finché non arrivano gli ospiti e servite con un buon bicchiere ghiacciato di prosecco.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu