Primi-18 - AA

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

RISOTTO CON GAMBERI
Ingredienti:
Riso parboiled 300 g
Gamberoni 300 g
Zucchine romanesche 2
Fiori di zucca 8 grossi e freschi
Olio extra vergine di oliva 9 cucchiai
Dialbrodo 2 cucchiai
Aglio 1 spicchio
Prezzemolo 1 ciuffo
Peperoncino 1 o 2 (a vostra discrezione)
Vino bianco ½ bicchiere
Sale q.b.

Preparazione:
Prendete 6 cucchiai di olio e versateli in una teglia antiaderente con l’aglio vestito ma schiacciato. Fate soffriggere. A questo punto versatevi il riso e fate tostare per circa 8/10 minuti continuando a rigirarlo (non deve diventare marrone ma solo color nocciola).
Nel frattempo in una padella versate l’olio restante e versateci le zucchine fatte a cubetti con del sale ed un goccio di vino bianco. Fate cuocere le zucchine per pochissimo tempo, massimo 7 minuti, devono rimanere al dente in quanto la cottura terminerà insieme al riso.
Spegnete il fuoco e aggiungete i fiori di zucchina che avrete pulito e lavato e fatti a strisce anche con le mani. Rigirate il tutto e lasciate raffreddare.
In una pentola mettete mezzo litro di acqua, mettete a bollire ed aggiungete il Dialbrodo.
Ora riaccendete la teglia con il riso, versatevi le zucchine, i fiori di zucca e i gamberoni (crudi) tagliati a pezzi. Mescolate il tutto ma cominciate ad aggiungere un mestolo di brodo, appena si consumerà un altro ancora e così via. Attenzione evitate di mettere troppo brodo perché diventerà come lesso, mettete il brodo solo quando vedrete che si sta asciugando troppo.
Un consiglio!!!! Le teste e bucce del pesce non buttatele perché come già detto altre volte possono essere cotte con dell’aglio, prezzemolo, peperoncino, mezzo bicchiere di vino bianco per circa 30 minuti. Dopo di ciò prendete lo schiacciapatate e passateli all’interno di esso. Ne uscirà fuori un succo cremoso, forte di sapore che aggiungerete al risotto (a metà cottura) e che conferirà al riso un gusto più forte e appetitoso.
Sempre a metà cottura assaggiate, se il sale e troppo poco aggiungete a vostro gradimento.
A fine cottura il riso dovrà rimanere bello sodo e non brodoso, quindi regolatevi bene!
Servite molto caldo e con la solita vostra fantasia, guarnito di decorazioni che faranno apprezzare di più il vostro piatto.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu