Primi-29 - AA

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

TORTELLONI FRESCHI RIPIENI
Ingredienti:

Tortelloni 500 g
Gamberoni 600 g
Zucchine 600 g
Pomodori pachino 150 g
Nocciole tostate 150 g
Peperoncino 1
Olio extra vergine di oliva 7 cucchiai
Sale q.b.
Brandy 1 bicchierino
Aglio 1 spicchio schiacciato ma vestito
Ciao, iniziamo a dire subito che i tortelloni devono essere di quelli freschi, lo so è difficile trovarli al pesce, a me li hanno portati da Termoli e fatti in casa. Se siete in grado di reperirli sarebbe ottimo, farli da soli non è complicato ma in questa sede non ci addentriamo, dedicheremo a parte come si fanno i tortellini in casa.
Una volta reperiti, anche in negozi dedicati o qualche supermercato il gioco è fatto, perché la preparazione in se per se non è difficile. Ricordate che se doveste provare a farli voi all’interno deve esserci del salmone, gamberetti, ricotta vaccina.
Quindi partiamo dal condimento, pulite i gamberi freschi, sgusciandoli e facendone alcuni a tocchetti, gli altri lasciateli pure sani. Metteteli dentro una padella antiaderente insieme all’olio, l’aglio, peperoncino, pachino spaccati in 4, brandy e le zucchine pulite e fatte a tocchetti e cuocete con il coperchio fino a che le zucchine saranno cotte.
Nel frattempo avrete cotto in acqua e sale i tortelloni, scolateli e versateli direttamente nella padella dove avete fatto cuocere il pesce con le zucchine, mantecate per circa 10 minuti.
Fatto! No, che dico e le nocciole? Vi ricordate? Elemento essenziale per dare quel gusto raffinato al piatto? Beh, all’inizio di tutto questo procedimento dovrete tostarle sbucciate, meglio anche se sono prive della pellicina quella marrone. Mettetele in forno, e attenzione a non farle diventare marroni scuro, diventano amare e non hanno il gusto che ci serve. Quindi una volta tostate schiacciatele anche con un bicchiere a pezzi grossolani e prima di servire in tavola spargetele sopra i tortelloni.
Vi ricordo, e sarò noioso, che un piatto portato in tavola con delle guarnizioni renderà lo stesso più appetibile. Ciao e alla prossima.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu