Secondi-19 - AA

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

FILETTO DI SPIGOLA IN CROSTA DI PATATE JULIENE
Ingredienti:
Filetto di spigola 1 o 2 a seconda delle persone
Patate rosse 200 g
Carote 2
Zucchine 1 o 2 a seconda delle persone
Semi di papavero 1 pizzico
Aglio
Limone ½
Olio extra vergine di oliva 4 cucchiai
Olio di semi per friggere q.b.
Sale q.b.
Carta paglia 1 foglio

Preparazione:
Comprate dal vostro pescivendolo di fiducia 1 o 2 filetti di spigola fresca. Metteteli a marinare con olio, un goccio di limone per circa 30 minuti.
Intanto sbucciate le patate e fatele a julienne, salatele q.b. (non esagerate dato che il pesce è già di suo ben saporito), mettetele dentro una terrina con 2 cucchiai di olio, dei piccoli pezzetti di aglio per circa un’ora. Dopo un’ora vedrete che le patate diventano “gommose”, vuol dire che sono pronte.
Prendete una piccola teglia da forno antiaderente e metteteci un cucchiaio di olio sul fondo, poggiatevi sopra i filetti e copriteli completamente per tutta la sua lunghezza e larghezza con le patate julienne (anche il sughetto che avranno fatto).
Mettetele in forno ventilato per circa 25 minuti temperatura di 180 gradi. Vi ricordo sempre che la cottura dipende da che tipo di forno usate, il ogni caso (ma lo sapete) la spigola cuoce molto velocemente quindi regolatevi con la doratura delle patate.
Intanto prendete le zucchine, lavatele, asciugatele e fatele a listarelle (come da foto), e passatele in pochissima farina.
Friggetele in olio di semi. A cottura avvenuta scolatele per bene e salatele leggermente e poi inseritele all’interno del foglio di carta paglia che avrete fatto a “tipo” cartoccio con la base schiacciata per dar modo di rimanere in piedi sul piatto. Volendo si può fare il cartoccio e poggiarlo di lato senza metterlo in piedi.
Le carote dopo averle sbucciate fatele anch’esse a julienne ed insaporitele con un poco di sale e olio extra vergine di oliva.
Il pesce è cotto? Ok, tiratelo fuori e poggiatelo su un piatto da portata (al centro, o a vostra fantasia) poi da un lato ponete il cartoccio e dall’altro le carote julienne con sparso sopra il pizzico di semi di papavero.
Volendo, come ho fatto io potete decorare il piatto con della glassa di aceto balsamico.
Portate subito in tavola mentre è ancora molto caldo, e servite accompagnandolo da un bel vino fresco dei Castelli romani (ottimo). Buon appetito

 
Torna ai contenuti | Torna al menu