Secondi-25 - AA

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

GAMBERONI PASTELLATI AL FARRO
Ingredienti:
Gamberi freschi 500 g
Farina di farro 300 g
Uova 2
Pane grattugiato 200 g
Paprika piccante 10 g
Brandy 1 cucchiaio
Maionese ½ tubetto
Pomodoro concentrato in tubetto 1 cucchiaio
Sale
Olio extra vergine di oliva 1 cucchiaio
Olio per friggere

Preparazione:
Oggi prepariamo una variante dei gamberoni fritti già presentati in un’altra ricetta ma molto particolare e scopriamo il perché. Intanto sgusciamo i gamberi e togliamo la testa, nel dorso se vediamo una striscia lunga nera sono gli intestini. Con un coltello affilato apriamo leggermente tutto lungo il dorso del gambero e togliamo gli intestini, questo perché qualche volta all’interno possiamo riscontrare della sabbia. Lasciamo scolare in un piatto.
Intanto prendiamo le uova, aggiungiamo un pizzico di sale e sbattiamo finché avremo un composto bello schiumoso. Aggiungiamo poco per volta la farina di FARRO e amalgamiamo fino a quando l’impasto tirandolo su con la forchetta non scoli molto velocemente. A seconda delle grandezza delle uova “non” aggiungete tutta la farina, l’importante è che la pastella sia bella soda ma non dura “eccessivamente”. Aggiungete un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva e continuate a lavorare.
Prima di procedere con la frittura prepariamo la salsa: prendete la maionese, il cucchiaio di brandy e il pomodoro concentrato e mischiate il tutto. Ne uscirà fuori una salsa leggermente rosa con un retrogusto molto gradevole di liquore, mettete in frigo.
A parte prendete il pane grattugiato e mischiateci la paprika piccante; a seconda di quanta ne mettete il colorito diventerà leggermente rosso (non esagerate comunque).
Prendete il resto della farina e cominciate a passarci dentro i gamberoni, dopodiché uno alla volta immergeteli nella pastella e di seguito nel pane grattugiato. Il pane deve restare ben attaccato al gamberone quindi fate attenzione a questa fase.
Nel frattempo mettete una padella a scaldare con l’olio per friggere. Una volta bello caldo mettete i gamberoni a cuocere finché non avranno un colorito dorato (non troppo). Una volta cotti poneteli su un foglio di carta assorbente e salateli leggermente.
Prendete ora un piatto da portata, mettete al centro la salsiera e disponete i gamberi con un po’ di fantasia a raggiera. Servite caldo.
Potete “pucciare” il gamberone dentro la salsa o se volete mettere un cucchiaio di salsa nel piatto di ogni commensale.
Accompagnate il tutto con un buon Vermentino, bello freddo. Buona cena/pranzo a tutti. Ciao

 
Torna ai contenuti | Torna al menu