Secondi-6 - AA

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

GAMBERI FRITTI AL FARRO
Ingredienti:
Gamberi freschi 500 g
Farina di farro 300 g
Uova 2
Sale
Olio extra vergine di oliva 1 cucchiaio
Olio per friggere

Preparazione:
Oggi prepariamo un buon secondo di gamberi fritti ma molto particolare e scopriamo il perché. Intanto sgusciamo i gamberi e togliamo la testa, nel dorso se vediamo una striscia lunga nera sono gli intestini. Con un coltello affilato apriamo leggermente tutto lungo il dorso del gambero e togliamo gli intestini, questo perché qualche volta all’interno possiamo riscontrare della sabbia. Lasciamo scolare in un piatto.
Intanto prendiamo le uova, aggiungiamo un pizzico di sale e sbattiamo finché avremo un composto bello schiumoso. Aggiungiamo poco per volta la farina di FARRO e amalgamiamo fino a quando l’impasto tirando su la forchetta non scoli molto velocemente. A seconda delle grandezza delle uova “non” aggiungete tutta la farina, l’importante è che la pastella sia bella soda ma non dura “eccessivamente”. Aggiungete un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva e continuate a lavorare.
Nel frattempo mettete una padella a scaldare con l’olio per friggere.
Prendete il resto della farina e cominciate a passarci dentro i gamberoni, dopodiché uno alla volta immergeteli nella pastella e metteteli a friggere (pochi minuti) finché non diventano dorati.
Finiti i gamberoni? Ok. Adesso il resto della pastella (ne sarà avanzata diversa) mettetela a friggere nello stesso olio dove avete cucinato il pesce. Mi raccomando cercate di fare tipo una frittata (come foto) quindi mentre la versate cercate di allargarla fino a coprire quasi il bordo della padella. Appena dorata da un lato giratela senza romperla e fate dorare anche l’altra parte.
A cosa serve? Ma a fare il piatto da portata per i gamberoni fritti. Ecco la particolarità. Fantastico no?
Mentre cuocete la pastella vi consiglio di fare un pochino più alto il bordo ripassando con un cucchiaio un po’ di pastella lungo la circonferenza. Se volete potete fare tanti piccoli piattini, uno per ogni commensale.
Quando è cotta, scolatela bene e poneteci all’interno i gamberi cotti in precedenza.
Vi assicuro che il sapore della farina di farro si sposa molto bene con il gusto dei gamberoni e farete oltremodo un figurone per l’originalità in cui li servirete.
A proposito il piatto si mangia!!! Buon appetito.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu