Specialità-FioriDiAcaciaFritti - AA

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

FIORI DI ACACIA FRITTI
Ingredienti:
Fiori di acacia commestibili – 5/6 fiori a persona
Uova 2
Farina q.b.
Sale
Olio per friggere

Preparazione:
Lo so: alcuni/e di voi che non conoscono questa ricetta rimarranno sorpresi ma vi posso assicurare che sono meglio dei fiori di zucchina fritti.
Dove trovare i fiori? Di sicuro non al mercato ma basta andare in campagna nel periodo di maggio e trovarne in grande quantità. Si riconoscono perché si presentano uniti in un grappolo, fatto di tante infiorescenze bianche e carnose e molto profumate. Raccogliete i fiori che sono appena sbocciati, belli bianchi e che non si staccano dal gambo centrale.
Lavateli accuratamente e fateli asciugare, se avete a casa la centrifuga a mano per scolare l’insalata va benissimo, in caso contrario asciugateli con un panno da cucina.
Intanto preparate la pastella con 2 uova, ripeto la dose varia a seconda della quantità di fiori che raccogliete, certo se ne raccogliete 2 kg basteranno per 30 persone ma le dosi delle uova e farina aumenteranno a dismisura. Quindi regolatevi voi! Comunque la pastella deve rimanere abbastanza cremosa ma mai dura (per capirci tipo pasta per pane).
Nella pastella dovete aggiungere oltre che alle uova, del sale q.b. e un dito di olio extravergine di oliva.
Mettete l’olio per friggere su una padella con fondo alto e riscaldate l’olio a temperatura moderata. Ora prendete i fiori per il gambo centrale e immergeteli nella pastella, fate in modo che tutto il fiore sia ricoperto di pastella, casomai aiutatevi con una forchetta. Sempre reggendolo per il gambo fate scolare il fiore dalla pastella in eccedenza e mettete a friggere. Girateli finché non saranno dorati su entrambi i lati. Scolateli, salateli e servite molto caldi.
Solo per vostra conoscenza può accadere che durante il procedimento di impastellamento i fiori si stacchino, beh tranquille alla fine farete delle frittelle prendendo dalla terrina con un cucchiaio la pastella con i fiori mischiati e rimasti all’interno.
Come si mangiano? Prendete per il gambo il fiore mettetelo tutto in bocca e tirate verso l’esterno, vi rimarrà in mano la parte del gambo centrale.
Vi assicuro che i vostri amici che mai hanno assaggiato questo fiore fritto rimarranno sorpresi per il gusto molto piacevole e sicuramente chiederanno il bis.
Un consiglio: usate farina di grano duro e ripeto che la pastella non sia troppo densa né troppo liquida.
Fatemi sapere. Ciao

 
Torna ai contenuti | Torna al menu